DESIGN E “NUOVO“ PATENT BOX

L’aspetto esteriore di un prodotto – nuovo e dotato di “carattere individuale” – può essere tutelato attraverso la registrazione di un design: in questo modo l’azienda ottiene il diritto  di utilizzare in esclusiva una determinata forma sul mercato fino a un massimo di 25 anni, proteggendo  i propri investimenti e assicurandosi contestualmente un importante vantaggio commerciale sui propri competitor.

Nella nostra attività (ormai quasi centenaria!) di consulenti esperti nel settore della Proprietà Intellettuale, consigliamo sempre ai nostri clienti di prendere in considerazione il deposito del design, per tutta una serie di validi  motivi tra cui:

  • il valore aggiunto di un bene titolato;
  • i tempi rapidissimi per ottenere la registrazione (soprattutto se si opta per il design Europeo);
  • costi convenienti e accessibili;

A questi indubbi vantaggi si aggiunge oggi  la possibilità di ottenere importanti sgravi fiscali: tra i vari beni aziendali che possono godere di agevolazione secondo il nuovo regime del PATENT BOX rientrano anche i  disegni e i modelli giuridicamente tutelati. La disciplina agevolativa introdotta dall’art. 6 del D. L. 21 ottobre 2021, n. 146,  consente infatti alle aziende titolari di design di maggiorare, ai fini fiscali, del 110% le spese sostenute nello svolgimento di Ricerca & Sviluppo  finalizzate al mantenimento, al potenziamento, alla tutela e all’accrescimento del valore del proprio bene.

Il design diventa dunque un’importante porta di accesso per poter sfruttare gli incentivi e le deduzioni previste dalla nuova disciplina del Patent Box.

Dott.ssa Fulvia Mormiro